50 ricette per 50 annate - Campofiorin - sandro_boscaini_cf -masi_vino_e_fiori

50 ricette per 50 annate

50 ricette per 50 annate Masi Campofiorin

CON UN RICETTARIO GOURMET (DISPONIBILE ANCHE ONLINE) MASI FESTEGGIA IL SUO ROSSO “FOOD-FRIENDLY” PER ECCELLENZA.

50 ricette per 50 annate - Campofiorin

50 ricette per 50 annate – Campofiorin

Poker d’assi in cucina per il Cinquantenario del Campofiorin di Masi (#Campofiorin50) in corrispondenza con l’uscita sul mercato dell’annata celebrativa 2014. La maison della Valpolicella, famosa per il suo Amarone, per festeggiare le nozze d’oro della prima branded bottle, che ha conquistato in 10 lustri le tavole di quattro continenti e i palati internazionali, ha raccolto 50 piatti inediti di quattro foodblogger di tendenza in un ricettario ispirato all’iconico Rosso veronese, che verrà presentato in occasione del cinquantunesimo Vinitaly.

Iconico come la moda, rosso come il colore che in tutto il mondo evoca le grandi griffe del made in Italy, dal fashion alle auto, e interprete dello stile italiano nel mondo. E’ il Campofiorin Masi (#Campofiorin50) che con l’annata 2014, ora sul mercato, festeggia a Vinitaly le sue 50 annate con un’etichetta celebrativa nel formato 0.75 litri, serigrafata nel formato magnum da 1.5 litri in edizione limitata di 1964 bottiglie (a ricordare l’anno della sua creazione), e una nuova campagna di comunicazione firmata dall’agenzia internazionale McCann Worldgroup. Capostipite di una innovativa categoria di vini veneti da uve appassite, il Campofiorin, nella sua edizione del Cinquantesimo, conferma la sua posizione nel gotha delle icone italiane senza tempo, diventando espressione di quella autentica creatività italiana che, a partire dagli anni del boom economico, ha saputo conquistare t utto il mondo. Ed è proprio l’Italian Style il concept della campagna dedicata al cinquantenario del Campofiorin, attraverso le contaminazioni con la moda, nella scelta dell’abito sartoriale dello stilista Valentino creatore del tipico pantone rosso che porta il suo nome, e la pittura di Lucio Fontana che con i suoi ‘tagli’ ha cambiato la storia dell’arte. Il Campofiorin nasce nel 1964 da un’intuizione geniale di Guido Boscaini (padre di Sandro), come un originale vino da appassimento, ricco di aromi e profumi, tannini morbidi e raffinati, che si collocava tra la cordiale semplicità del Valpolicella e la complessità dell’Amarone. L’esito è stato travolgente e ha fatto scuola: in 50 anni è diventato riferimento per il territorio di Verona e ha conquistato oltre 300 milioni di persone in più di 100 Paesi del mondo, inserendosi tra i classici della miglior tradizione vinicola, simbolo dell’Italian Wine Style.

50 ricette per 50 annate - Campofiorin - sandro_boscaini_cf

50 ricette per 50 annate – Campofiorin – sandro_boscaini_cf

Dai sapori stagionali di Antonella Pagliaroli (Fotogrammidizucchero.com) alle ricette tradizionali di Giulia Scarpaleggia (Julskitchen.com), passando per le proposte firmate da Sigrid Verbert (Cavolettodibruxelles.it) alla cucina sostenibile di Lisa Casali (Ecocucina-d.blogautore.repubblica.it), il volume prende ispirazione dal carattere sorprendentemente food-friendly di questo vino ricco, rotondo, vellutato, dalla spiccata cordialità. “Si dice che il vino mostri la sua naturale versatilità quando lo si abbina al cibo. Così abbiamo pensato di mettere alla prova il nostro Campofiorin, con la complicità di talentuose food blogger per cinquanta ricette che mostrano le sue infinite sfumature, attraverso abbinamenti divertenti, insoliti e soprattutto molto piacevoli, anche nel rispetto dell’etica, delle intolleranze e dei gusti alimentari” ha commentato Raffaele Boscaini, direttore marketing di Masi.

Un itinerario nel gusto diviso in quattro sezioni – brunch, pranzo in famiglia, aperitivo con amici, cena elegante – per un’autentica Masi Experience, che segue un fil -letteralmente- rouge: ogni occasione può essere accompagnata dal Campofiorin, il più eclettico dei vini Masi a tavola. Proprio come Campofiorin, le ricette proposte hanno solide radici italiane e, proprio come lui che ha una vocazione cosmopolita e rallegra le tavole dei quattro continenti, queste ricette spizzicano ingredienti e abbinamenti qua e là per il mondo, intrecciandoli alla tradizione italiana che rimane il punto di partenza.Tra le idee per il brunch troviamo l’internazionale Egg florentine o i waffles alla paprika, i sandwich che dal nord-Europa hanno  conquistato il mondo; mentre per il pranzo in famiglia arriviamo in Italia con i tagliolini al limone, cavolfiore e mandorle e l’ossobuco con gremolata di origano e arancia. La frittata vegana di ceci al cumino è tra i suggerimenti per l’aperitivo, magari seguita in una cena elegante dal risotto al Campofiorin e dalle pere al Campofiorin e cioccolato, dove il vino diventa ingrediente oltre che perfetto abbinamento.

Masi Campofiorin, l’originale Supervenetian, capostipite della Doc Ripasso e pioniere della tecnica della doppia fermentazione, dalla sua nascita nel 1964 frutto di un’intuizione di Guido Boscaini, ha conquistato in cinque decadi oltre 300 milioni di persone, scavalcando i confini di più di 100 Paesi nel mondo.

Il ricettario viene stampato in due edizioni – italiano e inglese – e le ricette sono disponibili anche in versione digitale e consultabili online (http://campofiorin.com/ricette/).

50 ricette per 50 annate - Campofiorin ricettario

50 ricette per 50 annate – Campofiorin ricettario