Senza rumore, senza strade, senza auto --CROATIA-Feeds-naslovna-fotka-za-clanak-Sailing-3.0-1400x620

Senza rumore, senza strade, senza auto… soltanto tu, il mare e le stelle.

Senza rumore, senza strade, senza auto… soltanto tu, il mare e le stelle. Sono di una bellezza mozzafiato, ma non potete raggiungerle con la vostra automobile, bisogna lasciarla sulla terraferma distante diverse miglia. Su queste isole le macchine sono da sempre “non gradite”. La Croazia vanta 1.244 isole. Alcune raggiungerete dalla terraferma, altre via mare, ma ciascuna abbonda di ricchezze che vale la pena esplorare.

SELVE (SILBA)

Questa isola di marittimi e marinai si è difesa dalle macchine con un decreto approvato da tutti gli abitanti. Anche se sull’isola attracca quotidianamente un traghetto, dal quale si può scaricare un camion, questo non può lasciare lo scalo traghetti e inoltrarsi nell’isola. Gli abitanti di Silba hanno ridotto al minimo pure la circolazione delle biciclette.
L’attrazione più nota dell’isola è senz’altro Toreta – la torre con una scalinata esterna a spirale. Secondo la leggenda, nel XIX secolo la costruì il capitano Petar Marinić come ricordo di un amore mai dimenticato.

Senza rumore, senza strade, senza auto -Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.1

Senza rumore, senza strade, senza auto -Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.1

UNIJE, VELE E MALE SRAKANE

Questo piccolo paradiso si è sistemato all’ombra dell’isola cinque volte più grande, Lussino. Sull’isola di Unije non ci sono automobili, mentre il principale mezzo di trasporto è la carriola. La parte settentrionale dell’isola è di particolare importanza ecologica in quanto si trova sulla rotta degli uccelli migratori. Le parte occidentale e sudoccidentale dell’isola cela pure alcune particolarità – gli oliveti. Anche se è piccola, Unije vanta addirittura quattro varietà autoctone di olive.
Accanto a Unije si trovano gli isolotti Vele e Male Srakane. Neanche qui non c’è traffico, ma ci sono tante api che attirano i biologi di tutto il mondo.

Senza rumore, senza strade, senza auto --Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.2

Senza rumore, senza strade, senza auto –Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.2

IL PARCO NAZIONALE DELLE INCORONATE E L’ISOLA DI ŽUT

Sulle Incoronate, questo enigmatico labirinto di isole, isolotti, scogli e passaggi tra di loro, regnano esclusivamente le barche e imbarcazioni di tutte le grandezze e funzioni. Già da tempi remoti, i proprietari vi giungevano con le loro barche “da carico” multifunzionali – le gaete.
Sulle Incoronate vale una regola d’oro – laddove nella baia si trova una casa, qui c’è pure un ristorante, per cui le Incoronate sono un paradiso per i gastro edonisti.

Senza rumore, senza strade, senza auto -Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.3

Senza rumore, senza strade, senza auto -Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.3

ULBO (OLIB)

Se a Zara o sull’isola di Lussino non avete trovato un nascondiglio sicuro per la vostra macchina, potete portarla a Olib, ma qui l’avventura con l’automobile finisce e inizia un’altra. Il principale mezzo di trasporto sull’isola è il golf cart, introdotto dai rimpatriati dall’America.
Nella parte orientale dell’isola si trova la baia Slatinica, punto di ancoraggio prediletto da numerosi diportisti e punto di balneazione preferito dagli isolani e dai turisti. Il mare cristallino che giunge fino alla caviglia anche dopo qualche centinaio di metri e il fondo sabbioso sono una combinazione perfetta per godersi la giornata.

Senza rumore, senza strade, senza auto - Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.4

Senza rumore, senza strade, senza auto – Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.4

ZLARIN

Zlarin è noto per i coralli, il che non sorprende dal momento che la pesca e la sua lavorazione sull’isola risalgono al XV secolo.
Anche se sull’isola esistono una strada lunga una decina di chilometri e delle vie curate, il traffico di automobili è vietato, mentre gli unici ad avere il permesso di produrre rumore sono i trattori utilizzati per il trasporto della merce che giunge con le navi. Se desiderate vedere la mostra di coralli nel locale museo, dovrete andare a piedi o fermare qualcuno per uno strappo sul golf cart. Gettate uno sguardo anche sulla Leroj – la torre con l’orologio – che si erge nel paese.

http://discoverytrip.it/wp-content/uploads/2017/03/W-Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.5.jpg

http://discoverytrip.it/wp-content/uploads/2017/03/W-Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.5.jpg

PROVICCHIO (PRVIĆ)

Questa isola è la più vicina a Sebenico e alla costa, per cui si chiama Prvić (“la prima”). Viene chiamata anche “l’isola di Fausto”, secondo Fausto Veranzio, il famoso scienziato e inventore del XVII secolo che trascorse l’infanzia a Prvić Luka e lì venne seppellito.
A Prvić ci sono due paesi – Porto o Porto Provicchio (Prvić Luka) e Seporine (Šepurine). Questi due bei paesi sono distanti un chilometro l’uno dall’altro, il che è una distanza abbastanza piccola da non indurre nessun abitante a usare l’automobile.

Senza rumore, senza strade, senza auto - Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.6

Senza rumore, senza strade, senza auto – Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.6

SANSEGO (SUSAK)

Sansego è specifico per molte cose, ma è noto soprattutto per le numerose baie sabbiose e poco profonde. Una particolarità un po’ meno nota è il suo abito popolare. Questa isola, che conta appena un centinaio di abitanti ha l’abito popolare più corto in Europa e l’unico che non copre le ginocchia.
Durante il giorno sull’isola circolano piccoli trattori con rimorchio, il cui rumore si può sentire soltanto quando dalla nave viene tolto il carico.

Senza rumore, senza strade, senza auto -Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.7

Senza rumore, senza strade, senza auto -Croatia-Feeds-fotke-za-clanak-No-roads-1.0.7