Una Danimarca così - Restaurant-Dauphine-(2) Aahrus-2

Una Danimarca così gourmet

Una Danimarca così (Expo) gourmet.

Una Danimarca così  - Aahrus_Restaurant-Dauphine-(2)

Una Danimarca così – Aahrus_Restaurant-Dauphine-(2)

Qualche anno fa pedalando in Danimarca, da Berlino a Copenhagen, con Girolibero, uno dei viaggi cinquestelle premium da consigliare a chi ama il turismo in bici, hai scoperto che non è affatto una terra senza fantasia in cucina. È una cucina giovane. Nuova. Che si impegna. Che punta anche all’estetica ma soprattutto ricerca prodotti di grande naturalità e poi si ingegna. Viaggi, scopre si lascia contaminare e crea. Risultato? DA quelle parti hai mangiato proprio bene. Pedalando in Danimarca in lungo e in largo sui #mangiaebevi (per restare in tema) – che controvento sono come il Mortirolo (sapevatelo!) – hai scoperto, ad esempio, con quale cura si coltivano grano e frumenti antichi. Te li ritrovi nel piccoli supermercati, a prova di sacchetto, di macina, di scelta. Per ottenere quel pane ricco di cereali così profumato e pieno di buon gusto semplice. Speciale con la marmellata e quel filo di burro – salato – che ti concedi la mattina prima di metterti in sella.
Il pesce, quello azzurro o del Mar Baltico, è una specialità. Come la carne, che sanno cuocere bene per ottenere secondi sempre accompagnati da un po’ di verdurine (quelle che hanno e ne hanno) che non hanno nulla da invidiare alla nostra tradizione italiana. Quella del nord per lo più. Ma non solo. Ecco dunque che non ti sorprende affatto questa notizia di Expo #micificco fino alla fine del cibo e del paradosso di questo “nutrire il pianeta”, metà grasso (soprattutto gourmet per la carità) e metà affamato…

La notizia! La città danese di Aarhus e la Regione della Danimarca Centrale hanno nei giorni scorsi il prestigioso titolo di Regione Europea della Gastronomia 2017 conferito dall’Istituto Internazionale di Gastronomia, Cultura, Arte e Turismo durante una conferenza organizzata dalla Commissione europea a Expo 2015. Sua Altezza Reale il Principe Consorte, Principe Henrik di Danimarca, si è impegnato a sostenere le  eccellenze culinarie della Regione della Danimarca Centrale e di tutto il paese. Arriva anche il virgolettato di rito. Cosa credi, qui le cose si fanno bene. Noblesse oblige: «Sono lieto di sostenere un’iniziativa che promuoverà la gastronomia dei paesi del Nord Europa in un contesto internazionale: assicurerà una maggiore consapevolezza dei produttori locali e stimolerà l’interesse per il cibo tra le nuove generazioni», ha dichiarato Sua Altezza Reale il Principe Consorte, Principe Henrik. Oltre al sostegno del Principe Consorte, Wassim Hallal, chef e proprietario del ristorante stellato Michelin “Frederikshoj” di Aarhus, assumerà il ruolo di ambasciatore per la Regione Europea della Gastronomia 2017. «La nostra gastronomia regionale è nota per il sapiente utilizzo di ingredienti prettamente locali. Abbiamo incredibili aragoste e granchi, meravigliose erbe delle nostre foreste e sublimi verdure prodotte nelle fattorie locali.
È davvero un’opportunità unica poter avere a disposizione tante opzioni per reperire ingredienti freschi di altissima qualità», ha spiegato Passim Hallal, che spera di attirare ancora più appassionati di cibo da ogni parte del mondo nella Regione della Danimarca Centrale, prossima Capitale Europea della Cultura nel 2017.

«Per la città di Aarhus e la Regione aver ottenuto i due titoli rappresenta un grande onore e un importante riconoscimento. Cultura e gastronomia vanno già di pari passo e nel programma di Capitale Europea della Cultura la gastronomia è un tema importante», ha affermato Rebecca Matthews, Direttore Aarhus Capitale Europea della Cultura 2017. La Regione della Danimarca Centrale condivide il premio di “Regione Europea della Gastronomia 2017” con la Regione di Riga in Lettonia e la Lombardia Orientale in Italia.

Una Danimarca così  -  Aahrus_Restaurant-La-Pyramide

Una Danimarca così – Aahrus_Restaurant-La-Pyramide