BLED TRA MTB, LAGO ED ENOGASTRONOMIA

Categorie FOOD & DRINK, MONTAGNA, SPORT

BLED TRA MTB, LAGO ED ENOGASTRONOMIA

un fine settimana a base di faticaccia in mtb, panorami mozzafiato,

e piedi sotto il tavolo con piatti della tradizione slovena.

bled-mtb-festival 2018
bled-mtb-festival 2018

Siamo giunti a Bled nel pomeriggio, appuntamento con gli organizzatori del Bled Bike Festival 2018 alle ore 17,00. In perfetto orario inizia l’incontro, benvenuto dell’organizzazione, illustrazione del programma dell’evento e iniziative collaterali, slides proiettate per esemplificare il discorso, poi si passa al programma che ci è stato organizzato per i due giorni seguenti. Si termina con la Bled Cake e caffè offerti gentilmente dal Park Hotel che ci ospita.

Bled Bike Festival è il festival più grande di MTB e  CICLISMO in Slovenia,

si terrà appunto a Bled,  il 24. – 26. Agosto 2018.

https://www.bledbikefestival.com/it/

bled-mtb-festival 2018 -Master
bled-mtb-festival 2018 -Master

Sabato si parte per una ricognizione del percorso di gara, purtroppo non si sale in quota causa il maltempo, però anche i dintorni di Bled si prestano ad uscite in Mtb per neofiti ed esperti. Lasciato il lago si salgono  i colli che lo circondano, paesi ridenti, vecchie costruzioni agricole, persone cordiali. Ci fermiamo per un caffè XL size in un paese in cui gli abitanti organizzano uno dei ristori del bike festival. Poi ci si inoltra tra boschi, prati e campi, si costeggia la Sava, fiume simbolo della Slovenia da cui nasce e che percorre prima di immettersi nel Danubio, si incontrano contadini e il puledro sfuggito al controllo e rincorso inutilmente, almeno fino a che lo abbiamo seguito noi, alla caccia del proprietario, anche l’anatra che attraversa la nostra strada e che, seguita dai suoi piccoli, scende al fiume. Verso mezzogiorno passiamo il tornello che immette ad un ponte sulla Sava, percorriamo i viali di un magnifico camping.

31bled-mtb-festival 2018 - camping Šobec ristorante ©Bernadett Házi
31bled-mtb-festival 2018 – camping Šobec ristorante ©Bernadett Házi

Il camping Šobec a Lesce con piazzole ampie, ben curate e con tanto verde, per terra e per le numerose conifere che svettano. Negozio, servizi veramente ampi, ristorante per i bisogni dei campeggiatori. Noi siamo accolti al ristorante con estrema gentilezza, circola l’idea di mangiare sulla riva del laghetto poco distante e il gestore del locale non ci pensa due volte, in un battibaleno allestisce per noi la tavolata proprio sulla riva del laghetto: si ordina da bere e da mangiare e il servizio, vista la distanza dal ristorante, viene eseguito con un carrello; l’apertura con la minestra tradizionale slovena a base di sedano, segue l’insalata di verdure, un piatto ricchissimo con carni e verdure cotte e si chiude con gelato con la panna montata, il tutto accompagnato dalla ottima birra slovena! Sicuramente non un pranzo da atleti, ma la strada per tornare in hotel ci fa digerire tutto senza problemi! https://www.sobec.si/en/contact.html (raccomandata la prenotazione per il ristorante)

31bled-mtb-festival 2018 - camping Šobec ristorante
31bled-mtb-festival 2018 – camping Šobec ristorante

Il tempo di cambiarsi e si parte a piedi per visitare il castello di Bled (Blejski Grad), con l’accompagnamento del concerto di campane della chiesa sottostante, si sale per una stradina immersa nel bosco, ben tenuta, con parapetti di sicurezza ottimamente realizzati, qualche tratto gradinato, si arriva alla base del castello. La storia del castello risale nell’anno 1004, quando l’imperatore germanico Enrico II donò i possedimenti di Bled ad Albuino, vescovo di Bressanone. In quel periodo al posto del castello si erigeva solamente una torre romanica, protetta da una cinta muraria. Il primo castello fu costruito intorno all’anno 1011, ma i vescovi di Bressanone non lo hanno mai abitato. Proprio per questo all’interno non ci sono sale sontuose, venne, infatti, data molta più importanza al sistema di difesa.

bled-mtb-festival 2018 - bled_barve_soncni_vzhod_01
bled-mtb-festival 2018 – bled_barve_soncni_vzhod_01

Logicamente anche Blejski Grad ha la sua leggenda: L’affituario di Bled intorno all’anno 1500 era Hartmann Kreigh che non era un buon padrone; i contadini si ribellavano contro di lui ricorrendo al vescovo e all’imperatore. Un giorno il castellano Kreigh improvvisamente sparì. Si rumoreggiava che dei briganti l’avessero ucciso. Può darsi che i contadini si fossero fatti giustizia da soli, non lo sapremo mai. Hartmann non fu mai più rivisto. Al castello rimase piangendolo la vedova Polissena. Anch’essa governò con durezza, spremendo i contadini fino all’ultimo soldo. Era una vedova molto triste e in memoria del marito  prese tutto l’oro e l’argento che aveva a disposizione e con questo denaro fece fondere una piccola campana per la cappelletta dell’isola del lago, dove un tempo si trovava il tempio dedicato a Živa, dea slava dell’amore e oggi al suo posto si erge una maestosa chiesa gotica, per raggiungere la quale si devono salire 99 scalini. Durante il trasporto della campana su una barca, scoppiò un temporale e la barca con i barcaioli e la campana affondò. Polissena ne fu molto rattristata, abbandonò presto il castello e si fece monaca a Roma. Il Papa, sentendo della sua tragica storia, fece fondere un’altra campana e la mandò sull’isola; chiunque, per  onorare la Madonna, riesca a suonarla, vedrà avverarsi un suo desiderio. La campana di Polissena, che era sprofondata nel fango dei fondali, durante le notti con temporale ancora oggigiorno fa sentire i suoi rintocchi dal fondo del lago. Oggi il castello è aperto al pubblico e offre ai visitatori anche un ristorante, una stamperia e la cantina dei vini.

bled-mtb-festival 2018 - Valvasor_-_Grad_Bled
bled-mtb-festival 2018 – Valvasor_-_Grad_Bled

Arrivati nella parte centrale del castello ci siamo affacciati alle mura da cui si vede un magnifico panorama sul lago e sui dintorni, paesi e monti. Uno degli affittuari del castello divenne anche l’eroe delle guerre contro i Turchi Herbard Auersperg di Turjak; durante il suo periodo il castello fu importante base del protestantesimo. Qui nel giugno 1561 si fermò anche Primož Trubar, autore dei primi due libri sloveni, Katehizem e Abecedarij, stampati nel 1550 a Tubinga. Nella stamperia del castello si trova anche una ricostruzione del torchio  ligneo di Gutenberg per la stampa, sul quale lo stampatore fa delle dimostrazioni su carta fatta a mano con cliché storici e lettere di piombo. Abbiamo poi visitato la cantina dei vini del castello, accolti dal simpaticissimo gestore vestito da frate, gaudente, ci è stata offerta la degustazione di due vini: questo mese erano ospitati quelli della Valle di Vipava, quindi ci è stato versato un calice di Sauvignon seguito da uno di Merlot barrique della cantina Dornberg, due vini tipici della zona di produzione, altre bottiglie della cantina del mese erano in esposizione e vendita negli scaffali del locale.

bled-mtb-festival 2018 - Valvasor_-_Grad_Bled Grajski-tiskar
bled-mtb-festival 2018 – Valvasor_-_Grad_Bled Grajski-tiskar

Fortunatamente la discesa ci è stata offerta con uno shuttle, perchè dovevamo raggiungere in tempo la sede della Azienda di soggiorno di Bled e del parco nazionale di Triglav. La bellissima e moderna costruzione accoglie i visitatori con il bancone reception, un piccolo bar, esposizione di oggetti e pubblicazioni da acquistare e un percorso con isole che illustrano i vari aspetti del parco, disponibile pure una sala con la proiezione delle bellezze del parco. La spiegazione della gentilissima signora che ci ha accompagnati nella visita, ha illustrato ancor più gli aspetti del parco dal punto di vista della natura e del turismo. Tornati in hotel per la cena, avevamo appuntamento con l’atleta di mtb di Bled Laura Simenc, giovane e graziosa, ci ha raccontato la sua storia sportiva mentre scorrevano sullo schermo le foto che testimoniavano le  conquiste sportive, lei con le maglie delle squadre professionistiche per le quali ha corso, lei orgogliosamente con la maglia della nazionale slovena, lei che si appresta ad affrontare nuove specialità della bicicletta.

bled-mtb-festival 2018 - Laura Simenc
bled-mtb-festival 2018 – Laura Simenc

È domenica mattina, si lascia libera la stanza, si aspettano gli organizzatori del Bled Bike Festival che ci hanno preparato un’ultima simpatica gita attorno al lago di Bled. Montiamo sulle Rog Pony Sport e partiamo per la nostra avventura! Le Rog Pony Sport sono biciclette simili alle nostre graziella, costruite in Slovenia da moltissimi anni e ora tornate in auge: durante il Bled Bike Festival ci sarà un evento con le Rog Bike, la sera una biciclettata attorno al lago, evento aperto a tutti: grandi e piccini! Il giro del lago è un piacere senza fine, la strada molto curata, gente che passeggia, il panorama che cambia continuamente e offre viste diverse da quelle osservate dal centro di Bled, ci addentriamo nel centro olimpico di canottaggio, una tradizione sportiva di cui Bled va giustamente fiera. Subito dopo ci fermiamo al bar Plaza, veramente è tutto un cantiere in divenire perchè apre il lunedì dopo la nostra visita, ma troviamo una tavolata “riservata” per noi dove ci accomodiamo, perchè ci ospitano come primi clienti in assoluto e ci viene offerto il solito caffè taglia XL, mentre i collaboratori del gestore si affannano a mettere in funzione e al loro posto le apparecchiature, i banconi, tazze e bicchieri. Per chi fosse interessato, nel listino si trovano ottimi vini sloveni a bicchiere! Continuiamo il percorso alternando ora la strada dove circolano le automobili e ora i sentieri che si affiancano al lago.

bled-mtb-festival 2018 - ponyrog
bled-mtb-festival 2018 – ponyrog

Facciamo una deviazione per visitare una struttura turistica molto particolare. Il Garden Village – Turist Green Resort Bled, un luogo unico perchè l’acqua è una presenza continua, si entra nella sala da pranzo e vi scorre un ruscello, si esce e l’acqua riempie un bacino, poi si sente l’acqua scorrere nel canyon che delimita la proprietà, si tratta dell’emissario del lago di Bled ed è qui che ci sono le sorprese più eccitanti, case costruite sugli alberi, tende (Pier Tents) che sono situate proprio sopra il corso d’acqua, la zona benessere con sauna. Poi si risale e si trovano aiuole e serra per la coltivazione di quanto viene offerto in tavola. Quindi le grandi tende su spazi terrazzati e alberati (Giamping Tents) una via di mezzo fra una classica tenda e un appartamento!

bled-mtb-festival 2018 - Turist Green Resort Village
bled-mtb-festival 2018 – Turist Green Resort Village

General information: info@gardenvillagebled.com
Reservations and inquiries: reservations@gardenvillagebled.com                                                                  https://www.youtube.com/watch?v=_rzVyFOU7YI&feature=youtu.be

bled-mtb-festival 2018 - MIJ8395-Edit5
bled-mtb-festival 2018 – MIJ8395-Edit5

Ultima tappa del nostro giro del lago è presso la fattoria, porte aperte, Dornk, accolti dalla simpatica e gentile proprietaria Monica Poklukar. Una costruzione moderna si affaccia sulla strada, mentre dalla parte opposta dell’aia è situata la vecchia fattoria. Qui si può visitare la parte agricola dell’attività, assistere alla lavorazione di alcuni oggetti nella sala dell’esposizione della collezione etnologica, molto interessante e testimonianza della tradizione slovena la raccolta di frontoni d’arnie con i tradizionali dipinti naïves; si possono degustare, in un ambiente riservato a questo, i prodotti del territorio come il formaggio fatto con il latte dei contadini della zona, oppure quanto prodotto in fattoria come i succhi di frutta e le ottime birre chiara, ambrata e scura. A noi è stato offerto un formaggio servito con del sale e l’ottimo e profumato pane fatto in casa e poi la degustazione delle birre di casa, buono il formaggio e simpatico il modo di degustarlo con il sale: da provare. Le birre sono molto particolari, la chiara è sicuramente una birra prettamente estiva, per niente amara anzi fruttata, leggera anche d’alcool. Le altre due  buone anche se da una birra ambrata e, ancora di più da quella scura, ti aspetti più corpo e un pizzico in più anche di luppolo. http://dornk-bled.com/home/

bled-mtb-festival 2018 - cebelnjak
bled-mtb-festival 2018 – cebelnjak

Tornati alla base presso il Sava Park Hotel, si conclude la visita e si lascia Bled, ringraziamo moltissimo l’amica Maja Zupan direttrice del BBF, suo marito Boštjan Tržan, Matej Mejovsek fotografo, autista e onnipresente in caso di bisogno e i colleghi Toni Zoric, Aleš Boben, Kökény Zsolt e Bernadett Házi per la loro cordiale compagnia.

bled-mtb-festival 2018 - maja zupan direttrice del BBF
bled-mtb-festival 2018 – maja zupan direttrice del BBF