Dolce Natale le dolcezze per le feste

Categorie FOOD & DRINK
Dolce Natale - gnocchi de susini

Dolce Natale le dolcezze per le feste sono obbligatoriamente la chiusura di ogni  pasto consumato per celebrare il Natale e l’ultimo e il primo giorno dell’anno. Se per tradizione i cibi sono quelli che da anni riempiono i piatti presentati in tavola, lo stesso si può dire dei dolci con un re incontrastato: il panettone!

In realtà c’è il pandoro che fa concorrenza al panettone e in ogni paese un dolce tradizionale che ci mette l’acquolina in bocca da quando eravamo bambini. Per questo motivo si finisce il pasto riempiendo il piatto di dolcezze! Evidente che parlare ancora del panettone è come sparare sulla Croce Rossa, per cui noi parliamo ancora anche del panettone, anzi dei panettoni, ma di quelli speciali.

Appena aperta a Mestre la pasticceria GaRò ad oggi ha sfornato una quantità impressionante di panettoni, perché i panettoni GaRò possono anche non piacere, non assomigliano per niente a quelli “industriali”, ma lievitano con il lievito madre, la farina è quella macinata a pietra, contiene burro e scorza d’arancia, soprattutto non contiene aromi, conservanti e ogni altro trucco usato per rendere appetibili e riconoscibili i prodotti sfornati dall’industria. Se aggiungiamo il prezzo onesto per un prodotto di qualità come questo, il consiglio è di fare un salto da GaRò per provare ad acquistare un panettone speciale da presentare in tavola, si può anche bere un ottimo caffè o lo spritz: http://www.pasticceriagaro.it/

Dolce Natale - GaRò
Dolce Natale – GaRò

Dopo un panettone artigianale volevamo presentarvi un panettone innovativo, perché si presenta in una veste totalmente avulsa dal classico contenitore in cartoncino e del sacchetto interno per preservarne la freschezza, questo nuovo prodotto si  mostra in un vaso di vetro cilindrico Weck, chiuso da un coperchio pure in vetro con la sua bella guarnizione in gomma. Il panettone lievita normalmente e poi viene invasato per la cottura, chiuso  il vaso la conservabilità è di un sei mesi, come indicato dai vari produttori che si cimentano in questa nuova tecnica di produzione  normalmente affiancandola a quella tradizionale. Uno dei produttori in vasocottura è la D&G Patisserie di Denis Dianin, si trova in provincia di Padova e sforna diversi tipi di panettone sia classico, sia in vasocottura, e il pandoro. In vasocottura la produzione si avvale dei vasi Weck contenenti 250 grammi di prodotto. I gusti sono diversi e sicuramente provarli tutti è una bella esperienza: frutti di bosco – cioccolato bianco, fava tonka e albicocca -tradizionale (glassato) – classico (Milano) – caramello salato e albicocca – albicocca e zenzero – cioccolato e arancio – marroni e mandarino. Noi abbiamo degustato quello con il cioccolato bianco, fava tonka e albicocca. Prodotto con lievito madre e aromatizzato con cioccolato bianco e fave tonka, bucce di arancia a vaniglia, i profumi vengono esaltati dalla tecnica della vasocottura che raccoglie profumi e sapori e li conserva freschi e piacevoli con la morbidezza caratteristica del dolce cotto in vasocottura. http://www.degpatisserie.it

Dolce Natale - d&g patisserie
Dolce Natale – d&g patisserie

Sempre nel nord-est d’Italia abbiamo voluto presentare dolci particolari di quella zona a cavallo tra Italia e Slovenia, abitata da genti di diversa madre lingua e tradizioni, ancora di più ci siamo indirizzati in una zona unica per morfologia e clima, cioè il Carso, a cavallo delle due nazioni conosce una tradizione culinaria antica e dalle molteplici influenze, di qui sono passati veneziani, austro-ungarici, italiani, sloveni croati e serbi e ognuno ha lasciato qualcosa. I dolci annoverano per esempio la gubana o lo strudel, non conoscevamo per esempio i gnocchi de susini, il Dolce Carso di Tanja Tuta lo ripropone “in bi”, versando al centro della crema pasticcera cotta nella fecola di patate uno strato di marmellata e sciroppo di prugne (dell’Azienda Agricola – Kmetija Devetak Sara). Si serve cosparso con il topping preparato secondo l’antica ricetta. Ma in questo periodo ci siamo rivolti anche ai biscotti prodotti dalla giovane titolare della pasticceria carsica e quindi abbiamo degustato lo strudel biscotto che racchiude nella pasta frolla il sapore dello strudel con le mele aromatizzate uvetta e pinoli, le monetine fior di finocchio frutto di quelle bellissime fioriture gialle che colorano l’estate del Carso, e un altro biscotto glassato della tradizione slovena conosciuto con il nome di Medenjaki – Medegnàchi che sprigiona profumi di spezie e miele. Altre specialità profumano l’aria carsolina e ci riserviamo di degustare e raccontarvi per esempio delle doline di biscotto, lasciandovi al momento la curiosità. Potete sempre consultare il sito di Tanja e recarvi direttamente a Doberdò nelle vicinanze di Gorizia per acquistare questi incredibili sapori. http://www.ildolcecarso.com

Dolce Natale - Dolce Carso
Dolce Natale – Dolce Carso

Per chi vuole fare in casa i biscotti per le Feste possiamo suggerire un nome che, come al solito non è solo biscotti, non produce solo pasticceria classica ma anche Baghi’s si cimenta nella vasocottura nei vasi Weck e la lista dei prodotti, che incuriosiscono gli amanti del dolce, è sicuramente di quelle che fanno venire l’acquolina in bocca. Da sottolineare la cura nella ricerca delle migliori materie prime che spaziano dalla farina macinata a pietra, lievito madre, vini e liquori, nessun aroma aggiunto, nessun addensante o conservante: tutto è estremamente e severamente rivolto alla migliore qualità e naturalità del prodotto finito. Vi raccontiamo per esempio del panettone alla Grappa Riserva, o quello alla Ratafià o del Torchiatone? No, oggi vi facciamo una sorpresa presentandovi una novità di nome Cookies at Home, cioè i biscotti da fare a casa. Di cosa si tratta? Sempre di un vaso Weck contenente, in bella vista, quanto serve per produrre questo tipo di biscotto, nel nostro caso al cioccolato. Di vostro dovrete aggiungere cento grammi di burro ammorbidito e un uovo; preriscaldare il forno a 180°; versare tutti gli ingredienti in una ciotola e amalgamare; formare 18-20 palline, eventualmente dare a queste la forma che preferite, posarle distanziate sulla placca del forno ricoperta dalla cartaforno, infornare per circa quindici minuti, lasciare raffreddare dopo sfornato: i biscotti ottenuti saranno tra i più profumati e fragranti mai assaggiati! http://www.baghis.com/site/Home.html

Dolce Natale -classic Baghiìs
Dolce Natale – classic Baghi’s

Torniamo alla tradizione con un dolce siciliano che lascia sempre il desiderio di mangiarne ancora, il cannolo con la ricotta di pecora, difficile da trovarne di ben fatti soprattutto al nord Italia, ma abbiamo trovato una soluzione per rimediare: un produttore siciliano prepara  i cannoli, mette la ricotta di pecora addolcita in una tasca da pasticcere, sottovuoto, e inscatola il tutto per poterlo spedire a casa vostra e deliziarvi il fine pranzo delle Feste. Degustato ha poco da invidiare quello appena prodotto, in vari formati come grandezza, lo si può decorare con granelli di pistacchi, oppure cioccolato amaro o anche, per chi piace, canditi. http://www.pagef.it/cannole.htm

Dolce Natale - Cannolo siciliano
Dolce Natale – Cannolo siciliano

E torniamo al nord, ancora in Veneto, dove Bettina ha preparato una scatola natalizia, rossa decorata, in cui sono contenuti i suoi ottimi biscotti. La caratteristica è che ci trovi un ometto di panpepato come da tradizione; Quello che distingue questa scatola è che va oltre il dolce per le Feste, perché in realtà ci troviamo tre tipologie di biscotti dolci (tronchetto al tiramisù, bacetti di riso e biscottini all’arancia) e tre tipologie di biscotti salati (alle erbette, cantucci pomodoro origano peperoncino, e quelli all’Asiago mais e cipolla): biscotti fatti come una volta, ci dice Bettina, da ricette semplici e genuine, con ingredienti di ottima qualità e senza conservanti. Un prodotto originale per ritrovare il gusto di stare insieme!  U.B. 

http://www.biscotteriabettina.it/shop_online/

Dolce Natale - Bettina degustazione Natale
Dolce Natale – Bettina degustazione Natale