Com’è dolce pascolar in questa valle la capra

Categorie APPUNTAMENTI & NEWS
desmontegada

 Da 20 anni la Val di Fiemme dichiara il suo amore alle capre, fra ghirlande, applausi e “Magnifiche” degustazioni

In Val di Fiemme, l’epiteto ‘capra’, reso famoso da un noto critico d’arte… è un complimento. La Desmontegada delle Caore (capre) di Cavalese, domenica 8 settembre (ore 14.30), avrà infatti il sapore di un ringraziamento. Quest’anno, in particolare, si festeggia la ventesima edizione.

Val-di-Fiemme-10261-Cavalese-desmontegada-de-le-caore-p
Val-di-Fiemme-10261-Cavalese-desmontegada-de-le-caore-p

Domenica 15 settembre (ore 11.00) i riflettori saranno puntati sulle mucche, con la Desmontegada de le vache di Predazzo. Dal 6 al 15 settembre, godiamoci quindi 10 giorni di degustazioni, escursioni e laboratori per Piccoli Pasticcioni fra una festa della Desmontegada e l’altra.

Se un tempo questi preziosi animali garantivano la sopravvivenza delle famiglie, oggi tutelano quella dei pascoli, donando a residenti e turisti un nutrimento sano e delizioso, con un latte che profuma di fiori e prelibati formaggi d’eccellenza.

La Val di Fiemme, attorno a queste due “sagre del ringraziamento”, propone dieci giorni di eventi, degustazioni, fra pedalate golose, laboratori per piccoli pasticcioni, incontri con i “Gusti di Fiemme” e i suoi Magnifici Prodotti, ma anche visite a caseifici, stalle e malghe.

Nei ristoranti si affacciano menù chilometri zero, con ricotte, yogurt e formaggi caprini o formaggi vaccini come il “Puzzone” del Caseificio Sociale di Predazzo e Moena e il “Formae Val Fiemme” del Caseificio Sociale di Cavalese che, per i suoi alti valori proteici e la sua ricchezza di calcio e fosforo, è stato battezzato il Formaggio dei Mondiali di Sci Nordico Fiemme 2013.

Queste prelibatezze, fiore all’occhiello della “Strada dei Formaggi delle Dolomiti”, sono promossi e proposti dal club “Tradizione e Gusto” della Val di Fiemme che avvicina, grazie a un percorso di condivisione di esperienze e ricerche, caseifici, malghe, piccoli alberghi di charme, bed and breakfast, agritur, ristoranti, osterie, artigiani, apicoltori e produttori locali di salumi, speck, mieli, marmellate , tisane, grappe, Birra di Fiemme e cosmetici naturali.

ASPETTANDO LE DESMONTEGADE

Fra gli eventi che anticipano le due Desmontegade, Cavalese propone, venerdì 6 settembre, una divertente “Pedalata golosa”. Sabato 7 settembre, alle 9.00, “Caprinvista” accompagna a Malga Agnelezza per una merenda fra i pastori. Mentre nel pomeriggio di sabato, a partire dalle 16.00, al Palazzo della Magnifica Comunità, “Gusti di Fiemme” propone due incontri gastronomici: “CAPRinTAVOLA” e “INTRECCI DI SAPORI”. CAPRinTAVOLA, a cura dell’Hotel Bellavista di Cavalese, è un finger food tutto al gusto di capra abbinato ai prodotti della Val di Fiemme e al vino trentino dell’enoteca “Delizie Welponer”. “INTRECCI DI SAPORE” suggerisce la degustazione del “Capra dolce e Capra stagionato”, fiore all’occhiello del Caseificio Sociale di Cavalese, accompagnato dai mieli dell’Associazione Apicoltori della Val di Fiemme e da un tocco speciale: la lucanica di capra della Macelleria Dagostin. L’intreccio di sapore si completa con la Birra Artigianale di Fiemme Larixbier. Dopo le degustazioni, alle 17.00, la musica delle fisarmoniche accompagna il ”Magnifico Aperitivo” di Maurizio Tait nel Palazzo della Magnifica Comunità. Sabato alle 19.00, piazza Dante, in attesa di ospitare il concorso delle capre, si trasforma in un’arena dove gustare la “Polenta biota” del Ristorante La Stua al ritmo della “Spritz Band” e assistere a un’originale sfilata di moda di abiti tipici, anche rivisitati con creatività. Infine si balla, con gli effervescenti “AlpenBoys” che ritroveremo anche la domenica pomeriggio a partire dalle 15.00.

LA DESMONTEGADA DE LE CAORE

Domenica 8 settembre, già dalla mattina, Cavalese si prepara ad accogliere le caprette, allestendo stand gastronomici e il “Mercato de la desmontegada”, fra concerti, sfilate di carri e personaggi della tradizione locale. I bambini partecipano ai “Laboratori per piccoli pasticcioni” con il maestro pasticcere della Bottega Le Cose Buone di Paolo (ore 11.00, 12.00, 13.00). Alle 14.30 la folla si accalca per acclamare le capre con le loro bizzarre decorazioni floreali. Quindi, viene eletta la capra più bella seguendo canoni estetici non molto diversi da quelli del concorso di Miss Italia. Oltre ai colori del mantello, la giuria apprezza le cosce posteriori slanciate, simbolo di agilità, e mammelle abbondanti che promettono una ricca produzione di latte.

LA DESMONTEGADA DE LE VACHE

Domenica 15 settembre, alle 11.00, entrano in scena le mucche di Predazzo con vistosi campanacci e raffinate acconciature tessute fra rami di abete. Applausi scroscianti, lungo le vie del centro storico, accompagnano il loro trionfante ritorno dai pascoli. Il paese è animato da rievocazioni di antichi mestieri, mercatini, carri di contadini, giovani pastori, musicanti e degustazioni di prodotti locali.

DIECI GIORNI DI SCONTI

Fra una desmontega e l’altra, ristoranti, agritur, caseifici, produttori e commercianti propongono ghiotte occasioni di sconto. Per ottenerle basta presentare i coupon della guida ai “Magnifici prodotti di Fiemme” distribuita dagli uffici turistici della di Fiemme.

Info: APT VAL DI FIEMME, tel. 0462 241111, info@visitfiemme.it, www.visitfiemme.it

desmontegada2