La capasanta campionessa del mondo

Categorie FOOD & DRINK, MARE, RISTORANTI

La capasanta campionessa del mondo

per i buongustai è quella

di Novigrad/Cittanova

La conchiglia di San Giacomo o capasanta è considerata dai veri buongustai una tra le conchiglie più saporite al mondo per la mescolanza dell’acqua marina con l’acqua dolce di fiume delle acque su cui si affaccia Cittanova/Novigrad.

La capasanta campionessa del mondo - Kapesante
La capasanta campionessa del mondo – Kapesante

Cittanova era una volta una tranquilla città di pescatori le cui origini datano addirittura al 600 d.C., Venezia presente qui fin dal X secolo per salvaguardare la navigazione in Adriatico delle proprie navi dagli attacchi dei pirati. Durante l’epoca veneziana furono erette le mura di difesa, conservate in parte fino ai giorni nostri, altre testimonianze della presenza veneziana il Leone di San Marco su qualche palazzo e l’architettura dei palazzi. Il turismo si è sviluppato nello scorso secolo e continua a generare benessere e sviluppo anche in questo. Se negli anni ’90 del secolo scorso era agli inizi e la guerra fratricida della ex Jugoslavia aveva rallentato, o meglio bloccato, la nascita dell’economia della nuova Croazia, oggi Novigrad/Cittanova è una bella cittadina turistica, le vie del centro storico sono un  susseguirsi di negozietti graziosi, bar e ristoranti, la marina è frequentata da barche da diporto, l’offerta turistica è ricca e adeguata alle richieste.

La capasanta campionessa del mondo - Novigrad_avio-snimak-novigrad-02
La capasanta campionessa del mondo – Novigrad_avio-snimak-novigrad-02

Ci siamo tornati dopo molto tempo l’ultimo sabato di aprile, una bella giornata soleggiata, ospiti degli enti turistici delle città di Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie che promuovono con grande dinamismo l’aspetto turistico di questa parte dell’Istria croata. Specificatamente eravamo interessati all’offerta gastronomica della zona e in particolare a quella riguardante il pesce. Offerta di grande qualità e la capasanta di Cittanova è appunto considerata dai buongustai una vera prelibatezza: qui, in onore di questa conchiglia unica il 20 maggio si svolge il Gnam-Gnam Festival: il mare nel piatto. La seconda manifestazione, organizzata quest’anno nell’ambito del Festival della gastronomia cittanovese, che ha inizio a fine aprile e continua fino a ottobre, è dedicata ai piatti a base di pesce e frutti di mare. Ogni evento di questa rassegna valorizza una delle peculiarità culinarie del territorio cittanovese. Il 1 giugno, nell’ambito della manifestazione GnamGnam Fest Novigrad – Cittanova si tiene il gourmet festival della capasanta di Cittanova. Su di una tavolata allestita nel porticciolo cittadino, il Mandracchio, vengono raccolti oltre alle delizie a base di capesante anche le altre pietanze a base di conchiglie dell’Adriatico, specialità istriane autoctone quali il prosciutto e il formaggio, senza tralasciare l’assaggio di vini e grappe dei produttori di vino istriani. Insomma basta guardare il calendario e a Novigrad/Cittanova le occasioni per deliziarsi con capesante e altre specialità gastronomiche sono numerose.

La capasanta campionessa del mondo - fuši-con-scampi
La capasanta campionessa del mondo – fuši-con-scampi

Noi invece, visto che in quei giorni non erano in programma questi eventi, ci siamo recati presso uno dei ristoranti della città per verificare la veridicità della bontà della gastronomia di pesce dell’Istria nordoccidentale. Usciti dal centro storico ci siamo diretti in direzione dell’autostrada e alla rotonda proseguito diritti in direzione Antenal, ex cava da cui nascerà una marina. Un cartello stradale indica il ristorante che si trova sulla destra ad un centinaio di metri dalla strada principale: se si arriva presto c’è la possibilità di parcheggiare all’ombra! Locale storico prende il nome dal ex proprietario, della minoranza italiana dell’Istria croata,  Giovanni Cernogoraz medaglia d’oro conquistata nel tiro al piattello ai Giochi olimpici di Londra; oggi il proprietario è il giovane croato Igor Korunic che si è inventato chef e con la collaborazione di una giovane cuoca prepara gli ottimi piatti che abbiamo degustato. In sala due signore, una croata che parla benissimo l’italiano perchè ha frequentato la scuola in italiano (dice che però ha dei deficit nella grammatica croata) e una slovena, entrambe professionali e molto gentili.

La capasanta campionessa del mondo - antipasto di conchiglie
La capasanta campionessa del mondo – antipasto di conchiglie

Condicio sine qua non del pranzo era il piatto di capesante, e quindi le abbiamo richieste come antipasto cotte al naturale cioè solo con dell’olio extravergine d’oliva e niente altro… veramente dell’altro c’era perchè il piatto comprendeva anche cozze alla busara, canestrelli, meravigliosi datteri di mare (qui chiamati dondoli) e i mussoli (altre conchiglie tipiche della zona dell’Adriatico settentrionale: Il “Mussolo de scoio” – Mussolo di scoglio,  che si presenta con conchiglia con 2 valve ruvide, rigonfia di forma bizzarra che ricorda le imbarcazioni primitive, esternamente la conchiglia si presenta bruna con striature bianco – rossastre. All’interno la colorazione è violastra, madreperlacea ed iridescente.) il gusto ricorda quello del Garagolo o murice (qui chiamato garusolo). Un piatto indimenticabile! Fortunatamente ci siamo limitati ad un primo piatto “ridotto” di fuši con scampi, fuši sono la pasta locale e questi erano cotti benissimo e gli scampi succulenti. Il secondo piatto comprendeva una coda di rospo cotta in forno con rara maestria, la polpa piena e dal gusto delicato del pesce venivano esaltati dalla semplice cottura con aggiunta di erbe aromatiche e niente altro. L’altro pesce era il branzino cotto nel sale e il risultato era  esaltante, perchè non era servito altro che appoggiare il pesce sul fondo del recipiente riempito di sale e finire di coprire il branzino con altro sale, un’ora di cottura per chilo di pesce, e la semplicità si fa piatto gourmet!

La capasanta campionessa del mondo - mussoli
La capasanta campionessa del mondo – mussoli

Niente piatti di haute cousine? Si, perchè il pesce usato da Igor è freschissimo, fornito da pescatori di fiducia, pescato e non allevato, e noi abbiamo espressamente richiesto una cottura che lasciasse integri profumi e sapori naturali: il risultato? Un pasto appagante oltremodo, profumi e sapori veri, leggero anche se abbondante e che esaltava l’ottima materia prima senza violentarla! Abbiamo abbinato un’onesta malvasia della casa… L”olio extravergine d’oliva (pendolino+leccino) è di loro produzione  U.B.

Ristorante Giovanni                                                                                                                                     Stancija Rosello 30 a, Novigrad 52466, Croazia – Telefono: +385 52 757 122

La capasanta campionessa del mondo - Morski-plodovi_kapesante-damir-ornela-01
La capasanta campionessa del mondo – Morski-plodovi_kapesante-damir-ornela-01