Caparbio, la scommessa di Veronica

Categorie FOOD & DRINK
Caparbio

Una struttura incassata completamente nel tufo di una vecchia cava, la temperatura della cantina è quindi quella ideale in tutti i periodi dell’anno. Qui ci si immerge, letteralmente, nella degustazione in un’ampia sala dedicata al tasting e il percorso continua nell’affascinante barricaia profumata dei legni nobili e disegnata dall’atmosfera della luce soffusa.

vigneto-piccoli
vigneto-piccoli

Dopo anni di conferimento delle uve a produttori dell’Amarone, nei primi anni ’90 la decisione di vinificare parte delle uve in proprio, quindi la costruzione della cantina, seguendo un progetto non invasivo del territorio,  il grosso della struttura nascosto nel ventre della collina, quello che è visibile è il fruttaio dove le uve appassiscono naturalmente sfruttando l’altitudine della collina e i venti che soffiano in zona.

Sono circa 25.000 le bottiglie prodotte, con il nome Piccoli Daniela e la partecipazione di Veronica, la figlia, sembrerebbe un’azienda di sole donne. In realtà ci sono anche maschi che contribuiscono alla produzione. Sicuramente le bottiglie che escono di cantina richiamano caratteristiche femminili. Particolari anche le etichette con una rosa stilizzata immersa in colori quali il rosso, il verde o il blu.

Quattordici ettari di vigneti di Corvina, Corvinone e Rondinella, alcune altre varietà quali il Cabernet Sauvignon, le autoctone Oseleta, Rondinella, Molinara e Croatina.

L’Oseleta è un vitigno caratterizzato da discreta vigoria e buona fertilità, grappolo di ridotte dimensioni (mediamente 150 grammi), molto compatto, corto e tozzo con la presenza spesso di un’ala. Si adatta molto bene alla vendemmia tardiva come surmaturazione e anche all’appassimento. Il succo, non molto abbondante, è intensamente colorato e di sapore neutro, molto tannico. Particolarmente interessante per l’intensità del colore e il buon corpo.

Le uve destinate alla vinificazione vengono portare alla cantina per la spremitura soffice a caduta, le temperature di fermentazione sono rigorosamente controllate al fine di dare vini con profumi più intensi e raffinati. La macerazione con numerosi rimontaggi e delestage (la tecnica per favorire l’estrazione e la diffusione nel mosto-vino dei componenti presenti negli acini d’uva) arrichiscono i vini in modo naturale. Segue un breve periodo in inox, quindi affinamento in legno. Da uve curate e selezionate a mano, nascono vini eleganti e di carattere, intimamente legati alle tradizioni, che colpiscono i sensi regalando di volta in volta emozioni intense, perchè la filosofia dell’azienda concepisce in ogni acino, ed in ogni goccia di vino un’emozione da trasmettere e raccontare.

PICCOLI VINI, VEDUTA AEREA
PICCOLI VINI, VEDUTA AEREA

“Rondò” Rosato Spumante Brut – metodo Charmat per un vino da uve Rondinella e Corvina, colore petalo di rosa, perlage fine e continuo,. Al naso fruttato, floreale con note speziate, mentre in bocca è brioso e fresco con retrogusto lungo.

“Cacro” Rosso Veneto IGT – il Cabernet Sauvignon con la Croatina per un vino unico per ideazione e realizzazione in cantina. Vestito rosso rubino carico e riflessi violacei. Naso complesso con ricordi di frutta rossa e spezie. In bocca ricco di corpo e armonico con tannini bilanciati dal fruttato piacevole e persistente.

oseleta
Oseleta

“Rocolo” Valpolicella DOC Superiore – uvaggio tipico con aggiunta di uve minori: Corvina 40% Corvinone 25% Rondinella 30% e 5% di altre varietà Oseleta, Molinara e Croatina. Nel bicchiere rosso rubino con riflessi porpora. Profumi complessi, derivanti dall’appassimento delle uve, con note finali speziate. In bocca ampio con la vaniglia della lunga permanenza in legno, frutti rossi.

“Caparbio” Valpolicella DOC Superiore Ripasso  – Il Valpolicella che viene arricchito con un passaggio sulle vinacce dell’Amarone. Matura in tonneaux di rovere francese per 15 mesi. Affinamento in bottiglia 90 giorni. Bel vestito rosso rubino carico. Naso di frutti rossi e note floreali. In bocca si riconosce subito la tipicità, ben strutturato e morbido, il tannico piacevole dà carattere, note speziate e frutta rossa matura, retrogusto lungo. E’ il vino nato dalla caparbietà di Veronica, la giovane donna del vino convinta che sarebbe stata una scommessa vinta!

“Monte La Parte” Amarone DOC  – l’uvaggio di “casa” con Corvina 40% Corvinone 25% Rondinella 30% e 5% di altre varietà Oseleta, Molinara e Croatina. In cantina tutte le fasi di lavorazione seguite con cura e amore per il top della gamma. Il vino riposa in tonneaux di rovere francese e di Slavonia da 5 hl per almeno 30 mesi. Dopo questo lungo affinamento, torna in acciaio qualche mese prima di essere imbottigliato. Affinamento in bottiglia 1 anno. Nel bicchiere rosso rubino e unghia leggermente aranciata. Naso con frutta rossa come ciliegia marasca e la vaniglia del legno. In bocca morbido, elegante con il fruttato evidente e note calde di tabacco e liquirizia.   U.B.

http://piccoliwine.wix.com/home#!