Pinot Nero al traguardo per la premiazione

Categorie APPUNTAMENTI & NEWS, FOOD & DRINK, MONTAGNA, STRUTTURE RICETTIVE

PINOT NERO AL TRAGUARDO PER LA PREMIAZIONE

A CASTEL D’ENNA – SCHLOSS ENN I VINCITORI 2020

L’appuntamento di maggio delle giornate del Pinot Nero – Blauburgunder è saltato causa pandemia ma era d’obbligo almeno premiare i migliori Pinot nero del concorso e, nel cortile della storica sede di Castel d’Enna, si è svolta la cerimonia di  premiazione dei primi 10 classificati di questa edizione.

Castel d’Enna è un maniero che vanta una lunga storia, il Castello fu costruito nel XII secolo dai nobili signori di Egna, ma a seguito della loro espulsione, il castello fu abitato da diverse famiglie nobili fino al 1650, quando il veneziano Pietro Albrizzi lo acquistò. Dopo la sua scomparsa, i suoi discendenti fecero ristrutturare radicalmente l’intera dimora. Infatti, vennero aggiunte torrette, guglie, pinnacoli, abbaini, una cinta esterna e il mastio. Oggi il castello non è accessibile al pubblico, ma una volta all’anno, intorno alla metà di agosto, si tiene il concerto della banda musicale di Montagna nel cortile interno del castello, noi aggiungiamo che ospita pure la premiazione del concorso di cui stiamo  parlando. La vista dalla collina soleggiata su cui sorge il castello è davvero suggestiva, una fusione di elementi alpini e mediterranei unica nel suo genere, caratteristica della Bassa Atesina!

Quest’anno, appena entrati dalla porta del castello, abbiamo trovato ad accoglierci il personale munito di mascherina di protezione che forniva il disinfettante per le mani, poi fortunatamente c’era lo spumante come prima vera accoglienza! Non molti i presenti, logicamente i membri del comitato organizzatore, i vincitori del concorso e pochi altri invitati, in questo modo anche la cerimonia si è svolta in tempi più veloci! Il benvenuto da parte del comitato organizzatore, la premiazione dei vini primi classificati, foto e interviste. Poi per i presenti è stato possibile degustare presso tre tavoli, ben distanziati, i vini premiati!

La giuria dei degustatori ha decretato il primo posto per il Pinot nero “Ludwig” di Elena Walch con 90,3 punti.

  • pinot nero-Blauburgunder Alto Adige DOC
  • Vitigno: 100% Pinot Nero
  • Provenienza: Due vigneti in zone vocate: un vigneto a 580m.s.l.m rivolto verso ovest e l´altro della stessa grandezza a 400m.s.l.m. rivolto ad est.
  • Bottiglie da: 0,75l
  • Potenziale d’invecchiamento: 4 – 15 anni
  • Consigli per l’abbinamento ed il corretto servizio: 16 – 18 °C Da abbinare a primi e secondi piatti leggeri

Segue al secondo posto la Riserva Monticol della Cantina di Terlano con 89,1 punti.

Terzo posto, pari merito con 88,5 punti, Weingut Tiefenbrunner Schlosskellerei Turmhof con la Rserva Linticlarus e Cantina Andriano con il Blauburgunder Anrar.

Quindi quinto posto a Mallojer-Gummerhof con 88,4 punti – sesto posto Weingut Ignaz Niedrist Blauburgunder Vom Kalk con 88,2 punti – settimo posto Castelfelder con la riserva Burgum Novum 87,5 punti – ottavo posto Kellerei Tramin-Termeno con il pinot Nero Maglen a 86,7 punti – noni con 86,5 punti K. Martin & Sohn con il Paladium e Cantina di Bolzano con il Thalman.-

In totale i vini presentati erano 81, di cui 45 dell’Alto Adige, 14 del Trentino, quindi Valle D’Aosta, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Toscana, Umbria, Abruzzo e Sicilia. I degustatori della giuria erano trenta e, nel corso di due giornate,  dovevano seguire le modalità stabilite dal centro sperimentale Laimburg, che qui non elenchiamo.

La premiazione ha evidenziato la riconosciuta qualità del Pinot Nero prodotto in provincia di Bolzano, premiato logicamente anche dai giudici di fuori provincia. Alcuni dei vini di fuori provincia si sono classificati a pochi punti dai premiati a dimostrazione che questo è un vino che può sempre dare grandi soddisfazioni.-

La cerimonia è terminata con l’offerta con un piatto scenograficamente bello e anche estremamente gustoso: l’appuntamento alla prossima edizione a maggio 2021, con l’augurio di ritornare alla normalità!