Prié Blanc, vocato per vivere tra le cime

Categorie FOOD & DRINK
Cave---Spicozzata

La viticoltura e l’enologia eroica presentano diverse sfaccettature, c’è quella che sfida la salsedine delle isole della laguna di Venezia oppure quella che si arrampica sulle pendici delle Cinque Terre; parliamo ancora dei terrazzamenti chiamati pastini sulle scarpate delle colline che circondano il Golfo di Trieste oppure arriviamo a produzioni ad altezze importanti sul livello del mare tra le montagne più alte delle Alpi.

cave---vigne
cave—vigne

La Cave du Vin Blanc de Morgex et de La Salle vanta due primati, quello dei vigneti posti anche a 1200 metri sul livello del mare e la presa di spuma che si spinge, per una tipologia dello spumante della casa, nella cantina del rifugio Franco Monzino a 2590 m. d’altitudine!

La Cave du Vin Blanc de Morgex et de La Salle nasce come cantina per la vinificazione delle uve dei soci, i quali poi vendevano il vino con la propria etichetta. In seguito il vino prodotto è stato commercializzato con il marchio sociale. Vengono prodotti vini bianchi, spumanti e uno speciale che utilizza la tecnica germanica dell’Eiswein e l’ossidazione in maturazione tipica della enologia mediterranea.

I vini, bianchi, sono prodotti con le uve del Prié blanc, la cui caratteristica è l’essere franco di piede, per il fatto di  vivere ad un’altitudine tra i 900 e i 1200 metri sul livello del mare e quindi immune dalla fillossera. È considerato il vitigno più alto d’Europa. Che sia un vitigno autoctono oppure importato alcuni secoli fa, nulla sminuisce le caratteristiche di questa uva eroica, visto che ha seguito gli uomini fino ad altezze impensabili e si è adattato in modo miracoloso al microclima locale, germogliando tardi e maturando prima delle altre uve, per sfruttare la finestra di tempo favorevole tipica del clima delle Alpi.

cave - Rayon
cave – Rayon

I bianchi tranquilli hanno in lista La Piagne da uve coltivate a 1050 metri nell’unico clos (vigna murata) del comprensorio; Vini Estremi Blanc des Morges e de La Salle da ricordare perché le tecniche di produzione vogliono riproporre le condizioni di vinificazione ottocentesche, distribuito in esclusiva da Proposta Vini;  Blanc de Morgex et de La Salle tradizionale; e il Rayon, nel bicchiere giallo paglierino tenue e riflessi verdognoli, nel naso profumi di fiori di montagna e pera, in bocca scende piacevolmente con leggera effervescenza e sapori di frutta quali pera e albicocca e la chiusura con la mandorla amara.

La sfilata degli spumanti vanta ben sei etichette: Brut il primo spumante prodotto dalla casa nel lontano 1986; Extreme, base che fermenta in inox, primo degorgement dopo 16 mesi e breve permanenza sui lieviti per la freschezza tipica di questo spumante; l’Extra Brut con la caratteristica che la prima fermentazione dei vini base avviene in legno grande di larice-rovere e in acciaio, segue la rifermentazione in bottiglia con degorgement almeno dopo i 16 mesi; L’Avalanche la cui prima fermentazione è in acciaio, segue il primo degorgement dopo 16 mesi quindi una breve permanenza sui lieviti per mantenere la freschezza del prodotto finito;  Cuvée du Prince sempre Prié blanc biotipi Blanc de Morgex in purezza, il vino base segue la prima fermentazione in legno grande di Larice-Rovere e inox, il primo degorgement non avviene prima di 48 mesi, nel bicchiere un perlage fine e continuo, colore giallo con riflessi verdognoli, al naso frutta e fiori bianchi, in bocca piacevole acidità con la mela renetta, sentori minerali e leggera mandorla a chiudere, da portare in tavola a tutto pasto.

 Cave-Cuvée-du-Prince
Cave-Cuvée-du-Prince

Cuvée des Guides lo spumante dei monti che svettano nella Vallé, la presa di spuma a 2590 metri, una carriera di scalatore delle montagne più alte che si può riassumere così: “il 20 luglio 2009 alle ore 11.15 un gruppo di alpinisti composto dalle guide di Courmayeur, dalle guide del Cervino e dai rappresentanti delle cantine del Consorzio 4000 mètres Vins d’Altitude hanno “sciabolato” la prima bottiglia di Blanc de Morgex et de La Salle Metodo Classico BRUT Cuvée des Guides. Garante del particolare luogo e dell’evento il sindaco di Courmayeur Fabrizia Derriard. In linea con i principi cardine del consorzio 4000 – vino e alta montagna – nel 2008 era stata realizzata la bottiglia di 4478, ”picozzata” in vetta al Cervino, mentre il 2009 è l’anno del Monte Bianco, di uno dei suoi più importanti rifugi e del suo vino”. Ci riserviamo la degustazione di questo spumante unico: dopo Abissi la Cuvée des Guides, da 60 metri sotto il livello del mare ai 2580 del Rifugio Franco Monzino per una esperienza sensoriale riservata a veri  intenditori amanti del vino.

cave--chaudelune
cave–chaudelune

Un vino unico e raro, Chaudelune, uve raccolte di notte ad inverno avanzato, quando il freddo fa ghiacciare l’acqua dentro gli acini e la separa dagli zuccheri, fermentazione in legni di rovere e di diverse essenze locali, in varie grandezze, batonage, e affinamento utilizzando l’ossidazione. Quindi una tecnica in vigna che era sicuramente usata qui oltre due secoli fa e una in cantina che prende l’uso mediterraneo di ossidazione del vino in affinamento. Il risultato è sorprendente ed affascinante: giallo dorato nel bicchiere, profumi di erbe mediterranee, le note balsamiche dei legni usati in cantina, la dolcezza del miele di rododendro e dell’albicocca secca, in bocca albicocca secca, e ancora note balsamiche. Vino da meditazione o con dolci preferibilmente come i biscotti secchi e, per buongustai, l’abbinamento più intrigante: con il Bleu d’Aoste, erborinato di latte vaccino, crosta rugosa di colore grigio in funzione del grado di stagionatura; pasta morbida, compatta, di colore bianco, con caratteristica erborinatura;  stagionato tra i  90 e 120 giorni in condizioni di umidità e temperatura controllate ha un sapore pronunciato, caratteristico, dovuto allo sviluppo di muffe nobili. Formaggio da gustare da solo  con pane caldo o accompagnato da miele di castagno o di marmellata al peperoncino, si abbina in modo perfetto ad un vino come il Chaudelune!     U.B. 2013

http://www.caveduvinblanc.com         http://www.centralelatte.vda.it/clv/index.cfm/bleu-aoste.html     www.rifugiomonzino.com

bleu-d'Aoste
bleu-d’Aoste