Rifugi del gusto sulle montagne trentine

Categorie APPUNTAMENTI & NEWS, MARI & MONTI
Ph_Carlo-Baroni_rifugio_Roda_di-Vael

Al termine della stagione calda una proposta enogastronomica di qualità:CHIUSURA IN BELLEZZA CON «I RIFUGI DEL GUSTO»

In 45 strutture l’accoglienza in quota si protrarrà oltre la consueta data di chiusura, un’occasione per godersi i monti nel loro vestito autunnale degustando vini e pietanze trentine.

Ph-Pio_Geminiani_rifugio_Alimonta
Ph-Pio_Geminiani_rifugio_Alimonta

Vivere l’alta montagna nella sua veste autunnale, scoprendone colori, profumi ed emozioni. La rassegna «I Rifugi del Gusto» promette questo e tanto altro e torna anche nel 2013 per promuovere la fruizione di queste strutture fino al 6 ottobre.

Questa iniziativa, ideata e sostenuta dall’Assessorato all’agricoltura, foreste, turismo e promozione della Provincia di Trento, dall’Associazione Gestori Rifugi del Trentino, Sat, dall’Accademia della Montagna e da Trentino Turismo e Promozione, con la partnership di Cavit e della Distilleria Marzadro, si propone di prolungare la stagione in alta quota, offrendo agli escursionisti la possibilità di abbinare una bella camminata ad un pasto studiato per valorizzare la qualità dell’enogastronomia trentina.

Senza dimenticare la bellezza di scoprire e vivere la montagna nel suo vestito autunnale, che sa regalare sensazioni e suggestioni uniche, proponendo questi panorami sotto una lente diversa. Un periodo nel quale i colori vivi dell’estate cominciano a lasciare spazio a quelli più caldi dell’autunno è anche quello nel quale il tempo si fa meno imprevedibile e le temperature diventano più omogenee nel corso della giornata, condizioni ideali per chi vuole mettersi in marcia o godere dall’alto di panorami che un cielo sgombro da nuvole valorizza. Dal 21 settembre al 6 ottobre saranno dunque 45 i rifugi che rimarranno aperti per offrire ospitalità nell’ambiente incontaminato delle Dolomiti Patrimonio Naturale dell’Umanità.

L’ospite sarà accolto da un calice di Trentodoc metodo classico e potrà poi gustare le ricette della miglior tradizione gastronomica trentina, rielaborate dallo chef stellato Rinaldo Dalsasso. Il menù de «I Rifugi del Gusto» valorizza quest’anno i primi piatti come l’orzetto alla trentina, il Goulasch, il Brò brusà e la zuppa di verdure. Per concludere in bellezza il pasto non può mancare un dolce di mele, studiato per questa iniziativa, il caffè e un sorso di Trentino Grappa.

In questa quarta edizione si è pensato di integrare l’offerta enogastronomica con una proposta culturale che, accanto alla scoperta del cibo della tradizione trentina, valorizzi il territorio e le sue bellezze naturalistiche. I gestori dei rifugi hanno quindi confezionato una proposta vacanza molto vantaggiosa che prevede nella giornata del sabato il raggiungimento del rifugio in compagnia di una Guida Alpina o di un Accompagnatore di territorio, la cena, il pernottamento, la colazione, il pranzo al sacco e un’escursione sempre guidata la domenica, il tutto al costo di 49 euro.

L’iniziativa è stata ideata per valorizzare una preziosa risorsa del nostro territorio, i rifugi alpini, che, pur mantenendo intatta la propria identità, si sono nel tempo trasformati in spazi ricettivi organizzati, pronti ad ospitare gli amanti della montagna in un’atmosfera che favorisce la socializzazione e la conoscenza della vita in quota grazie anche ai gestori che si presentano come alpinisti esperti sempre pronti a fornire utili consigli per le escursioni. Oggi se ne contano 145, situati ai piedi di vette suggestive o agli incroci delle principali vie alpinistiche.

La lista completa dei rifugi che aderiscono all’iniziativa, così come le proposte vacanza e le informazioni sulle date di apertura delle singole strutture sono disponibili al seguente link www.visittrentino.it/i-rifugi-del-gusto.

Ph_Carlo-Baroni_rifugio_Roda_di-Vael
Ph_Carlo-Baroni_rifugio_Roda_di-Vael