SAKSIDA E IL RICORDO DI UNA MAGNUM DI BARBERA

Categorie FOOD & DRINK, RISTORANTI, STRUTTURE RICETTIVE
Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera

SAKSIDA E IL RICORDO DI UNA MAGNUM DI BARBERA

La storia di questo vitigno nella valle della Vipava

Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera
Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera

Il vitigno di Barbera arrivò in valle della Vipava dal Piemonte negli anni ’60. All’inizio furono 200 ettari sulle colline di Biljenski grici. A quei tempi gli agronomi locali cercavano una varietà rossa adatta al terreno argilloso-sabbioso, marnoso e soleggiato della valle. Il Barbera fu piantato su terrazze rivolte al sud delle colline. Poi, negli anni ’70, gli esperti della cooperativa agricola Vipava (Kmetijska zadruga Vipava) iniziarono la coltivazione anche in piccoli appezzamenti privati. Dopo che mi era stato riferito che il Barbera era presente in zona già dagli anni ’30, mi sono informato meglio e, da tradizione orale, alcuni vigneti di Barbera sono stati effettivamente coltivati in zona già in quegli anni, perché giovani in servizio di leva in Piemonte erano tornati a casa portando alcune barbatelle di Barbera. Ma si è trattato sicuramente di poche viti e coltivate per uso prettamente solo familiare.

Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera
Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera

Era l’aprile del 2015, in occasione di Okusi Vipavske, i sapori della Valle del Vipava, Festival del vino e della gastronomia, eravamo stati invitati a un’anteprima per visitare diversi produttori della valle e proprio in quell’occasione tra ospiti c’era anche la cantina Saksida di Zalošče, località nei pressi di Dornberk. Durante quella visita avevamo degustato, tra l’altro, un Barbera da una magnum che indicava 16,5° alcool! Ottimo vino rimastomi in memoria fino allo scorso febbraio quando ho incontrato ad un evento proprio Joško Saksida e gli ho chiesto se potevo passare in cantina per una degustazione. L’occasione di visitare Vina Saksida si è presentata verso la fine di aprile, ci eravamo messi in contatto con Ingrid, la figlia di Joško, per un sabato mattina. Saksida si trova appunto nella valle del Vipacco-Vipava, uscendo dall’autostrada che da Nova Gorica porta a Lubiana, si può prendere l’uscita Dornberg e dirigersi verso Zalošče, si trovano le indicazioni, ci si inoltra in strade secondarie finché si arriva a questa cantina che ha anche una zona di accoglienza per camper e alcuni bungalow.

Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera
Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera

Troviamo Ingrid e suo marito Marko Bolcina ad accoglierci, dopo i convenevoli ci dedichiamo alla degustazione. Il primo vino è un autoctono della valle lo Zelen 2017, 12,5° alcool, piacevolmente aromatico (eterei profumi di limone, mela e spezie) come da caratteristica dell’uva, la cantina Saksida non ha invece l’altro ottimo autoctono cioè il Pinela. Continuiamo con il Pinot grigio 2018, 14°, un altro vitigno che qui trova l’habitat ideale donando un vino che richiama il colore dell’uva, spesso un gradevolissimo giallo ramato. Segue la Malvazija, vendemmia 2018, 13,5°, il vino che dall’Istria si è diffuso in molte località vinicole slovene forte dei suoi profumi e la nota aromatica e floreale. Altro vitigno autoctono in queste zone è la Ribolla gialla e Saksida la presenta con la Malvazija, al naso si distingue l’uva di vendemmia tardiva per i suoi profumi di albicocca secca e spezie calde della Couvée Carisma, vendemmia 2015, 13,5°. Nelle pause della degustazione ci sono stati offerti due piatti realizzati da Marko Bolcina, cuoco professionista, (si può pure mangiare qui!) esperienza di lavoro anche presso  Tomaž Cavčič del Pri Lojzetu. Dopo gli ottimi bianchi siamo passati ai rossi con l’atteso Barbera 2015, 14°, i ricordi non ci tradivano perchè in questa zona il Barbera dà il meglio, soprattutto se in vigna si lavora bene e Saksida ne ricava sempre bottiglie da medaglia! Grande anche il Pinot nero 2017, 13,5°, tipico e piacevole alla beva. Il Merlot che raggiunge picchi di qualità nel Collio/Brda, in degustazione ci è stato presentato quello della vendemmia 2013, 15°, rosso da pranzi importanti e anche da meditazione. Un vitigno internazionale non poteva mancare, anche per soddisfare certi clienti che conoscono solo pochi nomi di vini, vini che si incontrano ovunque, e quindi ecco il Cabernet Sauvignon vino che è lavorato per restare anche 10 anni in cantina! L’ultimo vino è la couvée in rosso Carisma, la cui  qualità nasce già in vigna con una resa di non più di 1,5 chilogrammi per vite!

Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera
Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera

Da rimarcare che Saksida presenta ogni anno delle etichette realizzate appositamente per la cantina da artisti locali, un vestito “artistico” per delle magnum da collezione. Oltre ai vini degustati Saksida produce due vini frizzanti, un’acquavite e il Lucas (il nome del figlio di Ingrid e Marko?) uno stari vinjak, cioè un distillato invecchiato di vino. Vale la pena venire a Zalošče, si trovano questi vini, oltretutto ad un prezzo onestissimo, ci si può fermare sia per la degustazione dei vini sia per la cucina di Marko, noi abbiamo provato solo i due piatti della degustazione, ma ci siamo proposti di tornare, Saksida presenta così l’offerta gastronomica della casa: “Vi serviremo le prelibatezze originali della Valle di Vipava, che le nostre nonne avevano servito con amore ai propri ospiti. Gli ingredienti locali freschi e le spezie mediterranee sono una garanzia per la ricchezza dei sapori, cui la creatività di Marko dà un tocco di eccellenza.  La nostra offerta sarà commisurata ai vostri desideri e saremo felici di consigliarvi. Siamo in grado di soddisfare sia gli ospiti che desiderano un semplice piatto fatto in casa, che i gourmet alla ricerca di originalità ed armonia di sapori sempre nuovi.  La pienezza dei gusti delle prelibatezze locali sarà completata dal vino della nostra cantina.”  E, last but not least, l’area di sosta per i camper e i bungalow per una vacanza en plein air tra le vigne e il silenzio di questo angolo incontaminato della Vipava! U.B.

Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera
Saksida e il ricordo di una magnum di Barbera