Sarà un 2014 col botto!

Sarà un 2014 col botto! Dopo il grandissimo successo di Capri, la kermesse ideata da Raffaella Corsi Bernini torna sulla scena, annunciando un 2014 scoppiettante!

Sarà un 2014 col botto! la_ferdinanda
Sarà un 2014 col botto! la_ferdinanda

Torna l’eccellenza, torna Salotti del Gusto! Dopo un’estate trascorsa all’insegna del Made in Italy, densa di appuntamenti gourmet e terminata con il successo dell’evento di Capri al Grand Hotel Quisisana ed un emozionato Bruno Vespa, Salotti del Gusto annuncia un 2014 scoppiettante! Molte le novità e le conferme per la kermesse ideata da Raffaella Corsi Bernini, che riscuote sempre più consensi. Con un unico obiettivo: esplorare le “perle” del patrimonio enogastronomico italiano per portarle all’attenzione dei mercati, anche internazionali.

Il primo appuntamento del 2014 vedrà protagonista la Toscana; Salotti del Gusto sceglie la meravigliosa dimora medicea di Artimino, Villa La Ferdinanda, conosciuta anche come Villa dei Cento Camini, strategicamente posizionata al centro di un distretto fortemente vocato al turismo, culla della civiltà, enologica e culinaria, italiana. Al territorio di Carmignano si riferisce infatti il Bando del 1716 emanato da Cosimo III dè Medici che costituisce il primo esempio legislativo di “denominazione di origine”, la DOC odierna. Salotti del Gusto anticipa i festeggiamenti di Carmignano 2016 e trasforma la suggestiva dimora del 1500, recentemente nominata patrimonio dell’Unesco, in un “polo” di arte, storia e cultura enogastronomica. (www.artimino.com)

Il 25 e 26 aprile prossimi, nei 5.000 mq della Villa, prestigiosi “vignaioli e artigiani del buon cibo” insieme ad operatori, buyers e addetti ai lavori daranno vita a una kermesse ricca di contenuti, che per la prima volta aprirà le porte anche al pubblico di appassionati. Nelle splendide sale del Buontalenti, in cui è ancora palpabile la presenza di artisti come Leonardo da Vinci, saranno allestiti eleganti “salotti di degustazioni e assaggio” con laboratori nei quali i produttori, affiancati da noti Chef e Sommelier, esperti e docenti, si incontreranno per esplorare e interpretare tendenze, abbinamenti, sapori.

Molti gli Chef coinvolti, anche del territorio; da Vito Mollica del “Palagio” al Four Seasons a Marco Stabile de ‘L’ora d’aria” di Firenze, il quale gestirà il laboratorio sugli oli; originali degustazioni e disfide ( come il curioso raffronto tra il vino dei Medici e quello dei Savoia) vedranno protagonisti noti Sommelier, in primis Alessandra Veronesi del Principe di Savoia di Milano e Luca Martini, campione del mondo, ma anche enologi come Paolo Tiefenthaler e Marco Bernabei. Coinvolti docenti ed esperti, giornalisti e gastronomi. come Gioacchino Bonsignore del Tg5 Gusto che condurrà la giornata di apertura e Paolo Pellegrini de La Nazione di Firenze che coordinerà i laboratori sui prodotti regionali. Come quello di cui sarà protagonista il Tartufo di San Miniato, che inizierà dalla suggestiva caccia con i cani nei boschi della Tenuta per proseguire il laboratorio di Cristiano Savini e le degustazioni degli Chef Sanminiatesi Stefano Pinciaroli, Gilberto Rossi e Daniele Fagiolini. Molti i nomi del giornalismo e dell’enogastronomia coinvolti, accanto a Chef come Fabrizio Girasoli, Deborah Corsi, Carlo Cioni del Ristorante “Da Delfina” di Artimino. Tra i laboratori citiamo anche quello sulle uova biologiche di Paolo Parisi, le farine, la pasta e le dolcezze della pasticceria e dei Maestri cioccolatai. E ancora i percorsi sui formaggi, l’orto, le erbe spontanee, per conoscerle e adottarle sia in cucina sia come rimedio naturale farmaceutico; un laboratorio ricco di emozioni di orticoltura didattica, ideato e creato dal Caseificio Marovelli. Le giornate Salotti days sarà accompagnata dal fumettista e sommelier Luca Canapicchi.

Torna il Salotto della bellezza e del benessere con degustazioni accompagnate da massaggi con i prodotti della natura a base di olio, latte e uva; tra gli appuntamenti che completeranno il programma, la suggestiva cena di gala nelle storiche Cantine della Villa e un originale terzo piano della Villa interamente dedicato all’educazione culinaria dei più piccoli, che potranno divertirsi con corsi di baby cucina e candy buffet.

Sarà un 2014 col botto!
Sarà un 2014 col botto!

In questo affascinante percorso Salotti del Gusto sarà ancora una volta affiancato da un Marchio prestigioso: Jeep si conferma Main Partner di tutta la stagione 2014, e sarà protagonista all’evento di aprile con una flotta di vetture pronte ad accompagnare ospiti e visitatori in una suggestiva esperienza Taste & Drive con percorsi on e off road nella spettacolare tenuta che domina Firenze.

84 ettari di vigne con una varietà di nobili vitigni e 24.000 piante di oliveti per un olio extravergine famoso per il suo colore verde smeraldo; questa è la Fattoria di Artimino, protagonista anche con i prodotti del territorio. A rappresentare il distretto del Carmignano anche i vini e l’olio di Leonardo Da Vinci della Tenuta Cantagallo e Le Farnete di Enrico Pierazzuoli, TerreaMano Fattoria Bacchereto di Rossella Bencini Tesi e il Consorzio del vino di Carmignano che unisce i produttori del prestigioso vino dei Medici.

Folto il numero dei produttori della Toscana, con il distretto del Montalcino rappresentato da Le Potazzine, il Marroneto e i vini del territorio del Parco Naturale della Val d’Orcia di Sasso di Sole. La storica azienda chiantigiana Ruffino, i vini della costa toscana sono del Podere La Regola di Riparbella; presente anche l’Associazione Biodinamici Toscani e l’azienda OT Wine di Oliviero Toscani, protagonista di un suo laboratorio. I formaggi della Garfagnana, del Caseificio Marovelli, i formaggi del Mugello del Palagiaccio che presenta anche la nuova linea di creme naturali a base di latte. I Tartufi e la gamma di prodotti di Savini Tartufi, la Tuscan Truffle Academy di Massimo Cucchiara, due realtà protagoniste della Truffle Experience. Il più antico frantoio italiano, con 54.000 olivi in toscana tutti da agricoltura biologica: il Frantoio di Santa Tea del 1426, con la sua selezione di 12 oli extra vergini dal Grand Cru Profumo d’Oliva al Laudemio. E ancora i Liquori Morelli dell’Antica Grapperia Toscana.

Completano il parterre alcune ‘chicche’ selezionate dall’Associazione culturale ArKiWine di Elena Maria Petrini, attiva da anni nella promozione dell’identità del patrimonio toscano: i vini affinati nelle giare di terracotta dell’Azienda Mulini di Segalari di Castagneto Carducci, nel territorio di Bolgheri, l’azienda agricola a coltivazione biologica Le Capanne di Gabriele Mazzeschi, con i pregiati oli, vini e ortaggi tra cui il famoso farro. Il Gigiò Sangiovese di Poggio La Noce, a Fiesole, il Chianti e l’olio extravergine di Poggio Piano Galardi, il Chianti biologico di Tenuta Maiano e il Chianti della Tenuta Moriano di Montespertoli. Laboratorio di confetture e conserve artigianali Dolceverde, le delizie al peperoncino naturali di Peperita, gli oli salutari e cosmetici di Cesare Buonamici.

Diamo un’occhiata anche al resto dell’Italia; arrivano dall’Umbria gli oli ‘estremi’ Marfuga Dop e il Sagrantino di Montefalco dell’azienda Le Cimate. L’unico Pinot Nero delle alture abruzzesi è firmato Vigne di More, già leader del Circuito con il pregiato zafferano, mentre il Verdicchio delle Marche è di Vallerosa Bonci a Cupramontana. Dal Veneto l’olio delle terre vulcaniche e calcaree Terre Bianche e il Prosecco della Valdobbiadene Cà Piadera. Dalla Val d’Illasi una vera chicca, la presenza di Garbole, boutique winery che produce Valpolicella Superiore, Amarone e Recioto, e che presenterà in anteprima la nuova etichetta, punta di diamante dell’azienda, che uscirà nel 2014; e sempre dal rigoglioso Est Veronese Orientale, Ferragù. Dalle montagne trentine si brinda con le bollicine della prestigiosa azienda Ferrari e della storica Letrari, che con oltre 50 anni di esperienza continua a scrivere la favola del perlage dorato Trentodoc. Inoltre dalle Dolomiti anche il laboratorio artigianale dei liquori e degli infusi naturali L’Ones, nato dalla passione del Sommelier di Malga Panna Massimo Donai. Una nota spiccata arriva dalla terra trentina della Valbona e dal giovane produttore Giulio Larcher ed il suo ricercato Pinot nero dei vigneti d’altura della Tenuta Maso Corno; infine la prestigiosa azienda di nicchia dei Fratelli Cesconi a Pressano. Dal Friuli il Pinot Grigio e la Malvasia di Ronco del Gelso. Dalla Lombardia le bollicine Pop di 1701 Franciacorta e le 6 varietà dell’azienda La Fiorita. L’ambizioso Lugana Doc dell’azienda agricola Bulgarini, autentico oro delle sinuose colline moreniche del Garda; e ancora Ca’ di Frara, con Riesling e Pinot Nero premiati come Eccellenze 2014 e i prestigiosi vini di Fattoria Olmo Antico. Dalla Valcalepio, la piccola Bordeaux della Lombardia, i vini di Tenuta Le Mojole. Dall’Emilia Romagna il parmigiano Reggiano fino a 120 mesi di stagionatura Malandrone 1477. Direttamente dalla Capitale il Pastificio Lagano, e sempre nel lazio le delizie con le nocciole di Saporidieri e i vini dell’agro pontino di Casale del Giglio. Dalla Basilicata, le etichette di Mario Bisceglia con la punta di diamante dell’Aglianico del Vulture. Dalla Campania la vulcanica Stella Ricci della Pasticceria Stella e gli inconfondibile vini del territorio della Tenuta Scuotto di Avellino. Dalla Puglia l’Associazione del Gusto Salento. Dalla Calabria il pregiato Cirò di Senatore Vini e le specialità alimentari di Suriano. Dalla Sicilia il Moscato spumantizzato di Franco di Filippo, il profumo delle uve negroamaro di Principe Ibleo. Dal Piemonte la Barbera e il Timorasso di Cascina I Carpini; dal cuore del Gavi, i vini dell’azienda agricola biodinamica La Raia e il Cru Canova dell’Azienda Ressia, dal Barbaresco al Moscato secco. Dalla Liguria i vini della viticoltura eroica della Tenuta Maffone.

La lista dei produttori, che riserverà ancora succulenti sorprese con le carni e i salumi tipici della Toscana, è frutto di un’accurata selezione effettuata secondo criteri di eccellenza e identità; ogni azienda rappresenta al meglio il proprio distretto. Un meticoloso lavoro che ha visto tra i protagonisti Alessandra Veronesi, sommelier del Principe di Savoia di Milano, la quale ha recentemente inserito all’interno della prestigiosa Carta Acanto una selezione di etichette Salotti del Gusto. Un Marchio che diventa privilegio per le aziende stesse, come spiega Alessandra all’inizio della Carta; una selezione in continua evoluzione attraverso la quale affiancare alle etichette più note e blasonate una personale proposta, in linea con la filosofia di Salotti del Gusto, che premia innanzitutto qualità e peculiarità.

Il Comitato di selezione Salotti del Gusto è formato, oltre che dalla fondatrice Raffaella Corsi Bernini e Alessandra Veronesi, da altri grandi nomi, ormai parte del Circuito; i giornalisti Gioacchino Bonsignore del Tg5 Gusto, Paolo Pellegrini de La Nazione, Fernanda Roggero de Il Sole 24 Ore e Max Viggiani di RTL 102.5, insieme agli chef Massimo Livan dell’Antinoo’s Lounge Restaurant di Venezia e Luigi Ferraro del prestigioso Cafè Calvados di Mosca. Tutti insieme sceglieranno i prodotti e i protagonisti del Circuito e del mondo enogastronomico italiano a cui assegnare la ‘Perla’, il prestigioso Riconoscimento conferito da Salotti del Gusto, simbolo di rarità, preziosità, scoperta. I nomi dei premiati saranno svelati durante l’evento di presentazione dedicato alla stampa che si svolgerà giovedì 23 gennaio all’Hotel Principe di Savoia di Milano, partner del Circuito; l’intensa giornata, della quale saranno protagonisti i produttori selezionati, inizierà con un dinamico talk show condotto da Max Viggiani e ospiti del mondo dell’enogastronomia, giornalismo, cultura e spettacolo e proseguirà con la degustazione dei vini dell’evento di aprile accompagnate da sorprese culinarie. Evento nell’evento la partecipazione di Davide Comaschi, Maestro pasticcere fra i più rinomati in Italia e Campione mondiale di cioccolateria 2013, che presenterà il suo libro in uscita ed eseguirà una performance dedicata a Salotti del Gusto.

L’evento, che inaugurerà la stagione 2014 Salotti del Gusto, festeggerà anche il primo anno di vita del Circuito! Un anno ricco di soddisfazioni e successi per un circuito giovane e dinamico, simbolo di un’Italia che riscopre lo spirito di squadra e investe nel futuro con impegno, serietà, entusiasmo.

Artimino-e-la-Villa-Medicea-copyright-Associazione-Pontormo
Artimino-e-la-Villa-Medicea-copyright-Associazione-Pontormo