Terroir e vigneti – Cantina Girlan a Cornaiano

Categorie FOOD & DRINK, MONTAGNA, RISTORANTI
Terroir e vigneti 057-Kellerei-Girlan-2011

Terroir e vigneti

Cornaiano, non lontano da Bolzano,

in un contesto di morbidi pendii coltivati a vite

Il vino è la poesia della terra.

(Mario Soldati)

Quando si arrivava a Cornaiano/Girlan era d’uopo fermarsi alla grande fontana che si trovava a fianco dell’entrata di questa Cantina. Ci si dissetava e poi si proseguiva la passeggiata, negli anni il ricordo si è perpetuato ma è più facile che la sosta si faccia dentro la Cantina.

La Cantina Girlan nasce nel 1923 in un maso storico del XVI secolo. All’epoca, 23 viticoltori posero la prima pietra di quella che sarebbe poi diventata l’azienda attuale. Dietro queste mura di antica tradizione e negli intricati corridoi della cantina si celano i segreti di una tecnologia enologica all’avanguardia e le condizioni ideali per l’invecchiamento dei vini. Oggi circa 200 famiglie di viticoltori, distribuite su un’area coltivata a vigneto di circa 215 ettari, nelle migliori zone produttive dell’Oltradige e della Bassa Atesina, lavorano con grande dedizione e motivazione. L’enologo Gerhard Kofler mantiene uno stretto rapporto personale con i vignaioli, fornendo loro la propria consulenza durante il periodo vegetativo. Ed è da questo proficuo scambio di esperienze che nascono le basi per puntare a prodotti di altissima qualità. Le uve raccolte esclusivamente a mano, sono accettate secondo un preciso calendario di raccolta e lavorate con delicatezza in base alla loro qualità, varietà e provenienza.

Terroir e vigneti 261-Kellerei-Girlan-2011
Terroir e vigneti 261-Kellerei-Girlan-2011

Siamo stati a Cornaiano/Girlan per una visita di tutta la struttura, guidati da Mark Pfitscher, responsabile vendite e marketing abbiamo potuto vedere la cura che qui si dedica alla produzione dei vini. Abbiamo visto la fila delle pigiatrici, i vasi vinari in inox per la fermentazione (non molto grandi perché si vinifica partita per partita e quindi piccole quantità ogni volta) e poi quelli in cemento, le botti decorate come si usava qui e le molte barriques francesi e austriache (si anche in Austria producono ottime barriques). Si salgono e si scendono scale visto che la ristrutturazione degli ultimi anni ha rispettato molto dell’esistente: la storia non si può cancellare!

Terroir e vigneti 093-Kellerei-Girlan-2011
Terroir e vigneti 093-Kellerei-Girlan-2011

Ampia l’offerta di vini perché si lavora separatamente l’uva di ogni conferente con attenzione al tipo di vitigno , la provenienza, il cru: insomma una cantina sociale che lavora in rigoroso modo artigianale! Dei 220 ettari totali dei soci, 120 sono coltivati a bacca bianca il restante nera; le varietà coltivate sono Schiava, Pinot Nero, Pinot Bianco, Gewürztraminer, Chardonnay, Pinot Grigio, Sauvignon, Lagrein, Müller Thurgau, Cabernet e piccole quantità di altre varietà.

Tre le linee di vini prodotti:   

  • Linea Vigneti nascono da uve selezionate provenienti dalle migliori zone di produzione
  • Classici rappresentano la base della produzione
  • Selezioni che sono il fiore all’occhiello della produzione

Abbiamo fatto una scelta per la degustazione dei vini, le prime due degustazioni sono di un vino della tradizione, la Schiava, qui chiamata Vernatsch, poi un vino unico come il Gewürztraminer in due diverse versioni e annate.

Terroir e vigneti schiava vecchie vigne
Terroir e vigneti schiava vecchie vigne

Gschleier è la Schiava delle vecchie vigne 2016, 13% vol., le vigne da cui si ricava hanno da 80 a 110 anni, l’etichetta è stata disegnata da Paul Flora (con la O chiusa) tre uomini in costume tirolese,a cavallo di una bottte, che brindano; Paul Flora è stato un artista sudtirolese di Glorenza che ha interpretato la sua arte con spirito ironico, come ben si vede nelle sue opere “vinicole”.  Questo è un vino di grande eleganza, di corpo, sapido e tannini che arricchiscono l’aromaticità tipica. Al naso e alla bocca prepotente il ricordo della Schiava di molti anni fa, un vino che nella sua modernità non si fa snaturare e allora, al tavolo di una trattoria con la terrazza affacciata sui vigneti, un piatto di ottimo speck e la bottiglia di Gschleier, il sole di fine settembre e un cielo azzurro: basterebbe per venire qui a Cornaiano!

Terroir e vigneti gruppo-selezioni-C
Terroir e vigneti gruppo-selezioni-C

Fass Nr. 9 cioè Botte nr. 9, Schiava-Vernatsch 2017, si tratta di un vino che ebbe risonanza in quanto richiesta da clienti in una quantità tale che furono imbottigliate quelle bottiglie travasando il vino della botte nr. 9 e con quel nome fu battezzato, il successo riscosso spinse a creare una Vernatsch Fass nr. 9 anche se ormai non proviene dalla famosa botte. È un vino che nasce solo nelle annate migliori, di ottima e costante qualità; un rosso che interpreta tutte le qualità del vitigno, delicato come deve essere la Schiava e con tannini che sono già morbidi, 13% vol., sopporta un invecchiamento di 6 anni e in tavola è versatile accompagnandosi a molti piatti.

Terroir e vigneti schiava
Terroir e vigneti schiava

Ormai i vini in Italia si vendono solo se dell’ultima annata ed è un delitto, perché certi vini lasciati in cantina si arricchiscono, diventano eleganti e, oltrettutto, significa che sono stati vinificati molto bene. Un vino che ritengo unico per caratteristiche e che guadagna punti restando in cantina è il Gewürztraminer (Traminer aromatico in italiano), originario di Termeno/Tramin è un’uva che a maturazione è rossastra, aromatica e inconfondibile come il vino che se ne ricava. Nel negozio della Cantina Girlan ci sono tutti i vini prodotti e anche in formato magnum e soprattutto bottiglie di vecchie annate, una politica di vendita meritevole che di sicuro incontra il favore di chi è intenditore.

Terroir e vigneti flora Gewürztraminer

Flora Gewürztraminer 2016, 15% vol., giallo paglierino intenso, profumi tipici aromatici di fiori e frutti tropicali, in bocca ampio, morbido, fresco e lungo nel retrogusto. Abbinato ad un piatto di ostriche o di altri crostacei crudi dà il meglio di sé, neppure uno champagne potrebbe competere alla pari a parere mio. L’invecchiamento è dato a 8 anni e, una bottiglia di questo favoloso vino, sicuramente se ne starà in cantina per trasformarsi nel vino sontuoso che l’invecchiamento gli dà.

L’altro Gewürztraminer degustato è l’Aimè 2017, 14,5% vol., invecchiamento di 5 anni. La tipica aromaticità ricorda profumi floreali e frutti tropicali, in bocca l’aromaticità tipica del vino ritorna a farsi sentire, con un palato morbido e pieno, lungo. In tavola è il top con i crostacei, ma anche formaggi importanti, con sushi e altri piatti orientali.

Terroir e vigneti Girlan-Aime-Gewurztraminer
Terroir e vigneti Girlan-Aime-Gewurztraminer

Il punto vendita è fornito di  tutti i vini prodotti dalla cantina, anche in bottiglie magnum come già detto e di vecchie annate, ci sono anche quelli di H. Lun, cantina centenaria che dopo molte vicissitudini è stata acquistata dalla cantina Girlan, e ci sono le bollicine di Arunda dell’amico Josef Reiterer, négociant-manipulateur, che da Cantina Girlan compera un vino base per la produzione del suo ottimo spumante che vanta il record di essere elaborato a 1200 metri s.l.m. in quel di Meltina/Mölten.

Per chi venisse in Alto Adige, Cantina Girlan è molto vicina a Bolzano e la si raggiunge uscendo dall’autostrada a Bolzano sud, Cornaiano è tradizionalmente terra di vino e una degustazione nell’enoteca della cantina Girlan vi farà sicuramente innamorare dei vini altoatesini, i bianchi in primis ma provate la Schiava o il Pinot Nero-Blauburgunder, portateli a casa questi vini insieme allo speck e preparate una merenda da gustare in compagnia! U.B.

Terroir e vigneti eos01211frbl
Terroir e vigneti eos01211frbl